TORTA DI NOCI E MANDORLE ALLO ZENZERO SENZA FARINA.

TORTA DI NOCI E MANDORLE ALLO ZENZERO SENZA FARINA.

Una torta ottima per la colazione con poco zucchero e senza farina, adatta agli intolleranti al glutine e con lo zenzero che le dà un gusto unico.

 

Ingredienti

 

200 gr di noci

50 gr di mandorle

5 uova

100 gr di zucchero

Un cucchiaino di zenzero fresco grattugiato

 

Procedimento

 

Tritare bene le noci con le mandorle fino ridurle quasi in farina.

Dividere i tuorli dai bianchi e montare a neve ben ferma quest’ultimi.

Sbattere poi bene i tuorli con lo zucchero per qualche minuto e aggiungere le noci e mandorle tritate e lo zenzero grattugiato. Amalgamare poi i bianche montati, facendo attenzione a non smontare il composto, procedendo con una spatola e unendoli dall’alto verso il basso delicatamente.

Infornare a 180°per 35 minuti.

 

 

 

BENEFICI DELLO ZENZERO

 

MIGLIORA LA NAUSEA

Utilizzato storicamente come rimedio naturale per il mal di mare e la nausea mattutina, lo zenzero è noto per la sua capacità di trattare la nausea e il vomito.

 

COMBATTE LE INFEZIONI FUNGINE

Lo zenzero aiuta a combattere i funghi, che causano diverse malattie, grazie alle sue potenti proprietà antimicotiche.

Uno studio del 2016 (Jundishapur J Microbiol.) ha scoperto che l’estratto di zenzero è efficace contro 2 tipi di lievito, che comunemente causano infezioni fungine in bocca.

Un altro studio (Mycoses) ha misurato gli effetti antimicotici di 29 specie di piante ed ha scoperto che lo zenzero era tra i più efficaci nell’uccidere i funghi.

 

PROTEGGE DALLE ULCERE GASTRICHE

Diversi studi hanno scoperto che lo zenzero potrebbe aiutare a prevenire la formazione di ulcere gastriche che causano sintomi come astenia, indigestione, bruciore allo stomaco e disturbi addominali.

 

ALLEVIA I DOLORI MESTRUALI

Uno studio pubblicato sul Journal of Alternative and Complementary Medicines ha dimostrato che lo zenzero riduce il dolore mestruale con la stessa efficacia di alcuni farmaci.

Un altro studio del 2009 (Journal List) ha avuto risultati simili, riportando che diminuiva sia l’intensità che la durata del dolore.

 

REGOLA LA GLICEMIA E COMBATTE L’OBESITÀ

La ricerca mostra che lo zenzero aiuta a promuovere livelli normali di glicemia, riducendo quindi i sintomi negativi associati a livelli elevati di glucosio nel sangue come minzione frequente, cefalea e aumento della sete.

Secondo uno studio del 2018 (Evid Based Complement Alternat Med), può migliorare i profili lipidici e favorire il controllo del glucosio, la sensibilità all’insulina e la glicata, per proteggere dallo sviluppo del Diabete di tipo 2.

In uno studio del 2015 (Iran J Pharm Res), l’integrazione di zenzero ha effettivamente ridotto la glicemia a digiuno del 12% e migliorato il controllo glicemico a lungo termine del 10%.

Uno studio del 2021 (Int J Environ Res Public Helath) ha scoperto che lo zenzero ha anche effetti anti-obesità e può svolgere un ruolo nella modulazione dello sviluppo degli adipociti (cellule del tessuto adiposo): grazie alla sua capacità di combattere lo stress ossidativo e l’infiammazione cronica, l’integrazione di zenzero ha ridotto significativamente aumento di peso, iperglicemia, ipercolesterolemia e steatosi epatica (fegato grasso).

 

ALLEVIA I DOLORI MUSCOLO-ARTICOLARI

Grazie alla sua capacità di ridurre l’infiammazione, l’aggiunta di zenzero nella dieta aiuta ad alleviare i dolori muscolo-articolari correlati all’artrite, inclusa l’osteoartrosi.

Uno studio (Randomized Controlled Trial) ha dimostrato che il consumo giornaliero di zenzero ha portato a riduzioni da moderate a grandi del dolore muscolare causato da lesioni muscolari indotte dall’esercizio.

 

SUPPORTA LA FUNZIONE CEREBRALE

Condizioni neurodegenerative come Alzheimer e Parkinson sono state collegate allo stress ossidativo e all’infiammazione cronica nel cervello.

Con la sua ricchezza di antiossidanti e le potenti proprietà antinfiammatorie, si ritiene che lo zenzero svolga un ruolo importante nella salute del cervello.

Diversi studi (Rejuvenation Res, 2013) hanno trovato prove che l’estratto di zenzero potrebbe aiutare a proteggere dall’invecchiamento cerebrale e dal declino cognitivo.

Inoltre, uno studio del 2012 (Evid Based Complement Alternat Med) ha scoperto che l’estratto di zenzero ha contribuito a migliorare la funzione cognitiva e l’attenzione nelle donne di mezza età.

Ricetta in collaborazione con www.ricettestudenti.com

Comments

  • clindamycin phosphate topical | Dic 12,2023

    […] clindamycin phosphate topical[…]

    clindamycin phosphate topical

  • fluoxetine making dog worse | Feb 6,2024

    fluoxetine making dog worse

    fluoxetine making dog worse

  • zoloft euphoria | Feb 8,2024

    zoloft euphoria

    zoloft euphoria

  • metronidazole suppository | Feb 8,2024

    metronidazole suppository

    metronidazole suppository

  • gabapentin sprinkle | Feb 9,2024

    gabapentin sprinkle

    gabapentin sprinkle

  • weaning off cymbalta side effects | Feb 10,2024

    weaning off cymbalta side effects

    weaning off cymbalta side effects

  • viagra gel for sale uk | Feb 14,2024

    viagra gel for sale uk

    viagra gel for sale uk

  • duloxetine trade name | Feb 16,2024

    duloxetine trade name

    duloxetine trade name

  • cephalexin for c section infection | Feb 16,2024

    cephalexin for c section infection

    cephalexin for c section infection

  • ciprofloxacin prophylaxis dose | Feb 28,2024

    ciprofloxacin prophylaxis dose

    ciprofloxacin prophylaxis dose

  • can you drink alcohol while taking bactrim | Feb 28,2024

    can you drink alcohol while taking bactrim

    can you drink alcohol while taking bactrim

  • what type of antibiotic is bactrim | Feb 29,2024

    what type of antibiotic is bactrim

    what type of antibiotic is bactrim