CONSIGLI NUTRIZIONALI PER CONTRASTARE LE PATOLOGIE CARDIOVASCOLARI

CONSIGLI NUTRIZIONALI PER CONTRASTARE LE PATOLOGIE CARDIOVASCOLARI

CIBI DA EVITARE

L’eccesso di alcol porta a ipertensione, ispessimento delle arterie, rigidità del muscolo cardiaco negli uomini e anomalo ingrandimento del cuore nelle donne. Tuttavia, gli studi hanno visto che 1 bicchiere di vino rosso al giorno durante il pasto (salvo controindicazione medica) è utile per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e prevenire le patologie cardiovascolari: merito del suo contenuto in resveratrolo, che è un potente antiossidante.

Carne rossa (eccetto quella grass fed), insaccati, formaggi stagionati, snack dolci e salati, zuccheri, cereali raffinati, abuso di sale, favoriscono sovrappeso, ipertensione e Diabete di tipo 2: tutti fattori di rischio per cuore e cervello.

CIBI PERMESSI E CONSIGLIATI

Il tè verde è ricco di antiossidanti, contribuisce ad abbassare le LDL (colesterolo “cattivo”) e protegge il cuore.

I semi di lino sono ricchi di omega 3 ad azione antinfiammatoria ed antiossidante: il loro compito è anche quello di mantenere elastiche le pareti di vene, arterie capillari. Sempre ricco di omega 3 è il pesce azzurro, fonte anche di proteine di alta qualità.

Tra i secondi piatti troviamo anche la carne bianca, ottima fonte di proteine nobili, povera di grassi saturi e colesterolo.

Il radicchio rosso contiene antocianine, che proteggono i vasi sanguigni. Aglio, cipolla e porri contengono allicina, un principio attivo che dilata i vasi sanguigni e riduce la pressione arteriosa.

Il limone è ricco di vitamina C e citrati, contrasta la formazione di placche aterosclerotiche.

Potente antiossidante che contrasta la formazione delle placche ateromatose sulle arterie, riducendo così il rischio di infarto e ictus è la vitamina E: si trova in olio evo, germe di grano e frutta secca (soprattutto noci e nocciole) e avocado.

Svolgono un ruolo importante anche avena e orzo che contengono betaglucani, che riducono l’assorbimento di zuccheri, grassi e colesterolo.

Infine la vitamina B6 e la vitamina B9, assieme alle vitamina B12, aiutano a tenere sotto controllo i livelli di omocisteina (indice di rischio cardiovascolare) nel sangue: la B6 si trova in germe di grano, riso integrale, banane, frutta secca; la B9 è contenuta soprattutto nelle verdure a foglia verde

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *