POTENZIARE IL SISTEMA IMMUNITARIO ATTRAVERSO L’ALIMENTAZIONE

POTENZIARE IL SISTEMA IMMUNITARIO ATTRAVERSO L’ALIMENTAZIONE

 

Il sistema immunitario è assolutamente essenziale, non solo per la salute, ma anche per la sopravvivenza: rappresenta una protezione verso virus, batteri, parassiti ed altre sostanze potenzialmente dannose, senza la quale l’organismo sarebbe soggetto agli attacchi e/o ai danni di questi agenti patogeni.

Un sistema immunitario compromesso diventa lento ed inefficace a proteggerci, lasciando l’organismo vulnerabile ad infezioni e patologie.

 

 

ALIMENTI CHE POTENZIANO IL SISTEMA IMMUNITARIO

LIMONI E LIME

I cibi ricchi di vitamina C sono importantissimi, perché potenziano il sistema immunitario e lo rafforzano: un’ottima fonte di questa vitamina è rappresentata da limoni e lime, che possono essere spremuti su secondi piatti o insalate.

Inoltre, è consigliato aggiungere il succo di limone o lime anche nell’acqua, avendo notevoli benefici: favorisce la digestione e la detossificazione; aumenta il metabolismo, favorendo l’utilizzo dei grassi a scopo energetico; aumenta i livelli di energia; favorisce la produzione di collagene e contrasta i radicali liberi, rendendo la pelle più sana e bella.

 

BRODO DI OSSA

E’ incredibilmente ricco di minerali e vitamine, che possono migliorare la salute immunitaria e ridurre i livelli di infiammazione; inoltre, favorisce la digestione e la salute delle articolazioni.

 

FUNGHI MEDICINALI

Il Reishi è uno dei funghi più importanti per favorire il sonno, aumentare il buon umore e potenziare la salute immunitaria.

Il Cordyceps aumenta i livelli di energia.

Possiamo aggiungere questi funghi ai frullati, ad una tazza di caffè o consumarli come tali.

 

AGLIO E CIPOLLA

Entrambi sono utilizzati da migliaia di anni per combattere le infezioni, data la loro azione antinfiammatoria e i benefici per il sistema immunitario.

Inoltre, le cipolle favoriscono la detossificazione, riducono la pressione arteriosa e i livelli di trigliceridi, contrastano la patologie cardiovascolari.

Possono essere gustati sia crudi che cotti: all’interno di insalate, come frittura, come condimento per salse o zuppe.

 

OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA

E’ ricco di grassi monoinsaturi, antiossidanti, sostanze antinfiammatorie.

La ricerca ha dimostrato che l’olio extravergine d’oliva può migliorare la salute immunitaria, ridurre il rischio di infezioni e proteggere dalle risposte infiammatorie immuno-mediate.

Altri benefici dell’olio extravergine d’oliva: ridurre i livelli di colesterolo, favorire la salute dei capelli e delle ossa, migliorare la funzione cerebrale.

Ottimo condimento a crudo, ma anche in cottura a basse temperature.

 

ACETO DI MELE

E’ ricco di vitamina C, vitamina E, antiossidanti e probiotici. La ricerca ha dimostrato che è molto benefico per la salute del sistema immunitario, dell’intestino e delle alte vie respiratorie.

Può essere aggiunto all’acqua o utilizzato come condimento sui piatti.

 

ZENZERO

E’ stato utilizzato per migliaia di anni in Asia per le sue proprietà curative naturali.

La ricerca ha dimostrato che lo zenzero ha potenti benefici antiossidanti ed antinfiammatori.

Può essere utilizzato in diversi modi: infuso di zenzero (ottimo anche per debellare l’Helicobacter pylori), all’interno di estratti o frullati, per insaporire i piatti.

 

 

CHE COSA DANNEGGIA IL SISTEMA IMMUNITARIO

ZUCCHERO

Consumare eccessive quantità di zucchero e di cibi che lo contengono nutre i parassiti (tra cui la Candida) ed esaurisce le scorte di nutrienti che potenziano il sistema immunitario come vitamina C (con la quale compete per l’ingresso all’interno delle cellule), zinco e glutatione.

 

PRIVAZIONE DI SONNO

Avere una buona igiene del sonno è fondamentale sia per la salute immunitaria, che per l’intero benessere.

Non dormire a sufficienza o dormire male può aumentare la risposta allo stress, incrementare i livelli di infiammazione cronica ed interrompere il normale ciclo di riparazione dell’organismo.

Per preservare la salute immunitaria, è importante garantire 7-9 ore di sonno ogni notte.

Le cause più frequenti di privazione di sonno sono: picchi glicemici, abitudini alimentari scorrette, carenza di nutrienti, stress cronico, dolori cronici, Sindrome dell’apnee notturne, esposizione a luci LED, ernia jatale, palpitazioni cardiache, iperattivazione della tiroide, disbiosi intestinale.

 

Articolo pubblicato sul quotidiano online Tagmedicina.

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *